Descrizione

Con Nota DRMA n. 4106 del 15-02-2024 si comunica che

[Omissis] in data 18 Gennaio 2024 presso la sede dell’A.Ra.N., ha avuto luogo l’incontro tra l’A.Ra.N. e le seguenti Organizzazioni e Confederazioni sindacali rappresentative del comparto Istruzione e ricerca. A seguito di detto incontro si è giunti alla sottoscrizione del CCNL Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del personale del comparto Istruzione e ricerca relativo al Periodo 2019-2021.

Nella stessa nota si legge

Orbene, poiché nella sezione A – parte comune – del predetto CCNL, il Titolo V (dall’art.22 all’art.29) è interamente dedicato alla “Responsabilità disciplinare”, è necessario ottemperare a quanto previsto dal comma 12 dell’art.25 del nuovo CCNL che prevede in sede di prima applicazione del presente CCNL, che il codice disciplinare deve essere obbligatoriamente reso pubblico nelle forme di cui al comma 11, entro 15 giorni dalla data di stipulazione del CCNL e si applica dal quindicesimo giorno successivo a quello della sua pubblicazione.
Al codice disciplinare, di cui al citato art. 25, deve essere data la massima pubblicità mediante pubblicazione sul sito istituzionale dell’amministrazione secondo le previsioni dell’art. 55, comma 2, ultimo periodo, del d.lgs. n. 165/2001, secondo cui “la pubblicazione sul sito istituzionale dell’amministrazione del codice disciplinare, recante l’indicazione delle predette infrazioni e relative sanzioni, equivale a tutti gli effetti alla sua affissione all’ingresso della sede di lavoro”.

Allegati

Contatti

Struttura responsabile del documento